Combatti i mali di stagione con Apix Propoli Flufast e Apix Propoli Flufast con Cistovir - Parafarmacia Galleazzo
17010
post-template-default,single,single-post,postid-17010,single-format-standard,theme-bridge,woocommerce-no-js,ajax_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-16.7,qode-theme-bridge,wpb-js-composer js-comp-ver-5.5.2,vc_responsive

Combatti i mali di stagione con Apix Propoli Flufast e Apix Propoli Flufast con Cistovir

Combatti i mali di stagione con Apix Propoli Flufast e Apix Propoli Flufast con Cistovir

 

Ci troviamo nel classico periodo dell’anno in cui vediamo che le adorabili e tiepide temperature autunnali iniziano a lasciare il posto a quelle più fredde dell’inverno accompagnate spesso dall’umidità e dai classici MALI DI STAGIONE!
Ma chi sono i responsabili primari di questi stati di malessere?
Forse non tutti sanno che i comuni mali di stagione sono provocati da particolari microrganismi patogeni: i virus.
Infatti l’influenza è dovuta all’infezione da parte di virus influenzali di tipo A e di tipo B, mentre il raffreddore è comunemente innescato dai Rhinovirus.
I virus, tra tutti i patogeni, sono la specie più controversa perchè non sono in grado di riprodursi autonomamente ma solo dopo aver occupato una cellula ospite per sfruttarne le proprietà biologiche. Proprio per questo vengono definiti “parassiti endocellulari obbligati”. Morfologicamente i virus si presentano come strutture biologiche circa cento volte più piccole di una cellula, caratterizzati all’interno dalla presenza di DNA o RNA (a doppio o a singolo filamento). Sono rivestiti da un capside proteico e da proteine di membrana che vengono utilizzate per penetrare all’interno delle cellule. Tali proteine di membrana si suddividono in due categorie: le Emoagglutinine (H) e le Neuroaminidasi (N) di cui le prime vengono utilizzate per l’entrata del virus nella cellula ospite e le secondo servono per far uscire i virus replicati dalla cellula per andare ad infettarne altre. Ma proprio per il fatto di essere dei “parassiti endogeni obbligati” i virus vengono a contatto con il materiale genetico della cellula portando ad instabilità genetica. Infatti i virus uscenti molto spesso hanno un corredo genetico diverso dal corredo dei predecessori che non viene corretto per mancanza di meccanismi di correzione mantenendo quindi le modifiche anche a livello delle proteine di membrana, le Neuraminidasi e le Emoagglutinine. A causa di queste mutazioni spesso i virus possono eludere facilmente la risposta del sistema immunitario diventando ancora più virulento.
L’approccio della medicina convenzionale è ostacolato proprio da questa capacità dei virus di modificarsi geneticamente. Infatti le molecole antivirali presenti in commercio si sono rivelate di scarsa efficacia, inoltre a non dare il risultato sperato si aumentano i rischi degli effetti collaterali.
Purtroppo però durante l’influenza spesso vengono assunti molti farmaci: antinfiammatori, decongestionanti nasali, antipiretici e purtroppo anche antibiotici. Questa classe di farmaci viene ampiamente prescritta anche in casi di influenze e raffreddore non considerando però che l’origine di tali patologie è virale e non batterica. Pertanto l’assunzione dell’antibiotico risulterà totalmente inutile se non deleteria per la flora batterica benefica depauperando ulteriormente le difese ed esponendo l’individuo a sovrainfezioni batteriche.
L’approccio alternativo della natura prevede l’utilizzo di rimedi eccezionali perchè efficaci e senza effetti collaterali. Nel caso di affezioni virali, in particolare raffreddore ed influenza, l’azione ricercata in un rimedio vegetale sarà in primis quella antivirale, che potrà essere diretta o indiretta. L’azione diretta consiste nell’intervento di molecole sulla struttura biochimica del virus o sui processi di “binding” del virus sulle cellule, l’azione antivirale indiretta invece conduce al miglioramento della risposta del sistema immunitario limitando quindi la replicazione virale.
Tra i vari prodotti presenti in commercio deputati a questo tipo di azione spiccano Apix Flufast e Apix Flufast con Cistovir.
Entrambi i prodotti hanno un ruolo fondamentale nel trattamento d’urto contro i sintomi influenzali di adulti e bambini.
Apix Propoli Flufast, bustine da sciogliere in acqua, è deputato a dare sollievo immediato dai sintomi influenzali, raffreddore e congestione nasale grazie alla presenza di Propoli e Semi di pompelmo ad azione sinergica antimicrobica, Vitamina C e Zinco per le difese immunitarie, Sambuco ad attività diaforetica per il benessere delle prime vie respiratorie e Oli essenziali per dare sollievo immediato a naso e gola.
In Apix Flufast con Cistovir, invece, la presenza dell’estratto secco di Cisto ha un ruolo fondamentale nell’attività di questo prodotto. Numerosi studi hanno infatti dimostrato come questa molecola, Cistovir®, abbia un effetto sia nel contrastare l’attacco dei virus sulla cellula, bloccandone quindi il “binding”, sia riducendo la replicazione virale e quindi l’infezione. Vi troviamo inoltre Propoli e Semi di pompelmo ad azione sinergica antimicrobica, Vitamina C e Zinco a sostegno delle difese immunitarie. Queste proprietà lo rendono un prodotto ottimo per contrastare i sintomi influenzali anche senza disturbi alle vie respiratorie.